L'Azione Blog
stampa

“Ma se ghe penso”, canzone dedicata a papa Francesco figlio di emigranti

L’idea è del cardinale Bagnasco. Sabato 27 maggio a chiudere la giornata genovese di papa Francesco, figlio di piemontesi che s’imbarcarono a Genova per emigrare in Argentina, sarà la canzone simbolo dei genovesi nel mondo, “Ma se ghe penso”. La eseguirà il coro Monte Cauriol. L’auspicio del cardinale è che la folla partecipi al canto e che il ritornello si libri in aria in un’unica grande voce. “Ma se ghe penso alôa mi veddo o mâ, /veddo i mæ monti, a ciassa da Nonçiâ,/ riveddo o Righi e me s’astrenze o cheu” (ma se ci spenso allora vedo il mare, vedo i miei monti, piazza della Nunziata, rivedo il Righi e mi si stringe il cuore).

“Ma se ghe penso”, canzone dedicata a papa Francesco figlio di emigranti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento