Attualità
stampa

GIORNATA DEL SEMINARIO: “Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete”

Il messaggio del vescovo Corrado

GIORNATA DEL SEMINARIO: “Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete”

“Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete”. Sono le parole che Gesù dice agli apostoli, dopo l’inutile notte di lavoro, invitandoli ad un gesto di rinnovata fiducia che si rivelerà poi estremamente fruttuoso.

Quella rete che Gesù dice di gettare l’abbiamo interpretata (nella lettera che ha accompagnato l’inizio del nuovo anno pastorale) come una rete di relazioni da costruire o rilanciare: una rete relazionale che comprenda insieme Gesù e noi tutti. Gettare le reti – ci siamo detti – significa mettere noi stessi e tante altre persone in rete con Gesù e fra di noi.

Se ci pensiamo, questa è la Chiesa: la comunità dei battezzati, immersi vitalmente in Gesù e capaci, proprio per questo, di vivere una relazione di filialità con il Padre e di fraternità reciproca con gli altri.

La singolarità di questa rete è espressa anche dal verbo che Gesù usa. Egli non dice “Gettate la rete e prenderete”. Più genericamente dice: “Gettate la rete e troverete”.

Troverete che cosa?

Troverete persone che accoglieranno la vostra parola e si apriranno alla relazione di fede con Gesù. Certamente troverete anche chi questa relazione la rifiuta o ne resta indifferente: tanti sono i terreni su cui cade il seme della parola. Però, vi capiterà certamente – con vostra sorpresa e meraviglia – di trovare cuori capaci di lasciarsi conquistare e trasformare dalla parola annunciata e accolta e dalla relazione con Gesù che essa fa nascere.

Celebrando l’annuale Giornata del Seminario, non possiamo non pensare a quei ragazzi e giovani che sono raggiunti da una chiamata a seguire Gesù nella via del ministero sacerdotale e corrispondono generosamente a questa vocazione.

La sorpresa e la meraviglia di trovare ragazzi e giovani, che accolgono la Parola e decidono di seguire in modo totale e radicale Gesù, è sempre – ma particolarmente al giorno d’oggi – qualcosa che stupisce e ti fa dire: “Qui è davvero all’opera lo Spirito Santo! Qui si sta compiendo qualcosa di prodigioso... una vera pesca miracolosa!”.

Il fatto che continuino ad esserci persone così – serie, responsabili e convinte – è un segno che noi non dobbiamo trascurare. Un segno per tutti, ma in particolare per noi adulti: diaconi, preti, vescovo, consacrati e laici, chiamati a “gettare le reti” probabilmente con più coraggio e insistenza, convinti che la relazione con Gesù non solo sia possibile, ma possa anche coinvolgere tutta la vita di un ragazzo e di un giovane.

Continuiamo, anzi aumentiamo l’impegno a gettare la rete: non solo essa non si squarcerà, ma contribuirà a portare a compimento il desiderio di Dio.

+ Corrado vescovo

Forse ti può interessare anche:

GIORNATA DEL SEMINARIO: “Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento